27

Jul

Il primo evento non si dimentica mai

P1010020Eccoci qui, a pochi giorni dalla chiusura dell’evento GroundZero che, oltre ad aver dato modo ad alcuni interessanti speaker di allietarci con stuzzicanti sessioni, è stata l’occasione di lancio della community lombarda DotNetLombardia. Devo dire che è tutto successo abbastanza in fretta… Un giorno ho chiamato Marcella e le ho spiegato l’idea: io avrei organizzato l’evento, chiamato gli speaker e invitato le persone, Lei avrebbe sponsorizzato il tutto trovandoci una sala adeguata all’evento… Come si poteva immaginare, sia io che Lei siamo presto finiti overcommitted, ma ne è valsa la pena.

L’evento ha esordito con un “classico” da manuale delle giovani marmotte: l’aria condizionata dell’Hotel IBIS non funzionava. Voi direte: “e quindi?”.. Io ho pensato: poveri quelli che hanno una stanza, tanto a noi ci spostano al Novotel (notare l’upgrade in stile).

P1010009L’auletta (40 posti) era molto contenuta e intima; con il senno di poi preferisco un aula piccola ma abbastanza piena che l’idea di averne avuta una più grande e mezza vuota (tasso di drop cmq folle del 40%). La puntualità altalenante dei partecipanti ci ha permesso di iniziare non troppo tardi con un “mitico” (stravolto la sera prima) KeyNote con FrancescoV in cui io ho parlato brevemente di VS2010 (mi ci sentivo un pò stretto e forse si è percepito) mentre FV ha saputo donarci un pò del suo tipico charme nel “raccontare” la sua versione dei fatti su Visual Studio (che fanno degli interventi di FV più dei dibattiti che delle sessioni).

P1010005Ci siamo contenuti causa ritardo e, anche grazie al brevissimo intervento di Marcella sui suoi corsi, abbiamo recuperato tutto il tempo perduto e siamo andati al coffee break (questa volta servito all’IBIS). Ho visto gente mangiare con gusto e dai feedback form è stato apprezzato, quindi “yatta”.

Poi un susseguirsi di sessioni intense, che da Federico De Grandis a Giuseppe Marchi (dalle 11 alle 18) hanno saputo tenere le persone del GZ incollate alla poltrona a seguire e a fare domande (certo qualche sbadiglio c’era, ma come non capirli). C’è qualcuno che ha mostrato, nei feedback forms, un pò di sdegno nel fatto che non gli avessimo offerto da mangiare: direi che può tranquillamente restare a casa la prossima volta. Per il resto gli altri sono stati contenti, partecipativi e alcuni si sono pure uniti a noi per la Community Dinner, in cui abbiamo respirato un bel pò di spirito community in compagnia di gente tra I 15 (cm, di AndreaC, in statura) o gli over 50 di Alberto e Luca.

P1010033P1010036

Che dire: grazie a tutti e spero a nome di DNL di poter riproporre il format (e nuovi topics) a breve.

Rob

by Blog Ufficiale di DNL on 7/27/2010
Post archive