14

Dec

Accesso ai Dati – Demo 1

Nella prima demo vedremo come accedere a SQL Server, utilizzando il Management Studio. Questo ambiente è una versione semplificata e minimale di Visual Studio fatta al solo scopo di connettersi a uno o più database SQL Server (locali o remoti che siano) e poter effettuare con comodità le operazione amministrative.

Nella demo vedremo come fare semplici query SQL utilizzando il Management Studio connesso alla nostra istanza di default di SQL Server Express 2005 (che ricordo è installato di default con l’installazione di Visual Studio).

image

Quando si avvia il SQL Studio, ci viene chiesto a che DB connettersi: qui in locale ho una copia di SQL Server Standard versione 2008, quindi mi connetto all’istanza di default specificando solamente il nome del server. Mentre se avessi SQL Express dovrei specificare qualcosa del tipo NOMECOMPUTER\SQLEXPRESS poichè è così che funziona.

A questo punto, posso scegliere un database esistente, crearne uno nuovo, fare operazioni di backup/restore, generare script, modificare accessi e così via. Proviamo a creare una semplice query di select sull’unica tabella del database Blogs (che conterrà un elenco di blogs, nel nostro caso proprio quelli di academicclub).

image

Il risultato della query si vedrà in basso, sotto la finestra dell’editor. Nota: se il risultato è un resultset, esso verrà visualizzato; se invece la query è di insert, update o delete, verrà visualizzato il numero di righe “affected”.

Ora proviamo a fare una query utilizzando il costruttore like, per filtrare solo i blogs che contengono nel proprio alias il digramma “en”. La query sarà:

image

Come vedete i risultati sono proprio quelli sperati. Ora in ultimo proviamo a creare un record con una query di insert. Tuttavia supponiamo di non ricordarci la sintassi della insert o di non aver voglia di scriverla. SQL Studio ci aiuta, con le action del tasto destro sul nome tabella. Come da figura:

image

possiamo scegliere se creare una nuova query di insert in un file, nel blocco note o direttamente in una query editor window (soluzione più comoda così la possiamo poi modificare a nostro piacimento).

Fatto questo non ci resta che modificare la query generata dinamicamente, selezionare lo statement e premere F5 per l’esecuzione. Il gioco è fatto!

image

by Simona Cossidente on 12/14/2009