20

May

Firma Digitale in azienda

 

Oggi vi voglio parlare di uno dei progetti che sto seguendo. L'argomento è molto dibatutto nell'ultimo mese e ha attirato l'interesse di molte aziende, sto parlando della firma digitale.

Un paio di settimane fa Brunetta ha presentato in grande stile la PEC(Posta elettronica Certificata), ma per quasi una settimana è stato impossibile registrarsi a causa del numero elevato di accessi, un altra brutta figura del ministero dell'innovazione.... Comunque anche l'Italia si sta lentamente adeguando alla Direttiva Europea 1999/93 sulla firma digitale che prevede la possibilità di scambiare documenti legalemnte validi direttamente in formato digitale tramite posta elettronica, il tutto nell'ottica della digitalizzazione di tutta l'infrastruttura burocratica dei paesei membri. Queste procedure dovrebbero garantire una netta riduzione dei costi della Pubblica Amministrazione e velocizzare tutto il processo burocratico. Basta pensare che:

  • L'85% dei documenti non viene mai più riutilizzato
  • Il 50% dei documenti viene copiato fino a 6 volte
  • Circa il 7% viene smarrito
  • In Italia vengono stampate circa 115 miliardi di pagine, di cui 19,5 miliardi inutilizzate, che generano un costo di 287 milioni di euro all’anno

 

Ma cosa è questa posta elettronica certificata? Non è altro che una normale casella di posta on line, ma con "Strong authentication " e firma digitale di ogni documento inviato. In realtà quella presentata da Brunetta non è che l'ultima arrivata, in Italia infatti esistono ormai da un anno varie società (Poste.it, Aruba, Camera del Commercio,...) accreditate a emettere sia certificati x.509 legalmente riconosciuti sia caselle di posta certificate.  Sicuramente la società più attiva e a mio parere con il servizio migiore, specialmente per le aziende, è Aruba che sta già collaborando con molte aziende per rendere disponibile un modo facile e veloce (tramite web service) per la verifica della firma elettronica di un documento. Infatti, la firma elettronica dei documenti non serve solamente alla Pubblica Amministrazione, ma moltissimo anche alle aziende.

Molto spesso i processi aziendali richiedono numerose approvazioni e la completa tracciabilità dei documenti e quale miglior strumento di una piattaforma di condivisione documentale come SharePoint(so che è una definizione un po' riduttiva), magari 2010. Però, SharePoint non integra nativamente il supporto alla firma elettronica dei documenti, ma a questo pensa Arx con il suo Cosign. Arx è una azienda israeliana specializzata nella sicurezza e ha sviluppato una infrastruttura da affiancare a SharePoint per gestire la firma elettronica dei documenti e i processi di approvazione. Arx non ha sviluppato solamente un plug-in da aggiungere a SharePoint, ma la sua soluzione viene venduta insieme ad un server HSM fisico studiato ad hoc che si occupa della firma e della verifica dei documenti. Il risultato è una piattaforma che permette la firma di documenti remotamente, sfruttando le credenziali la rete aziendale fornisce. Arx ha integrato la sua soluzione non solo con SharePoint, ma anche con Office e per capire quanto questo sitema possa essere efficace guardate i video demo.

 

Ciao,

Matteo V.

by Matteo Valoriani on 5/20/2010